Cetearyl alcohol

 Alcol cetilstearilico
E' una miscela di alcoli grassi di derivazione vegetale, ottenuti principalmente per idrogenazione dai trigliceridi dell''olio di cocco. E'  composta da alcol cetilico ( C16, vedi formula) ) e stearilico (C18) in proporzione variabile. A temperatura ambiente si presenta come massa cerosa in grani o scaglie bianche con punto di di fusione attorno ai 50°- 60°.

Impiego cosmetico:
Ha propietà co-emulsionanti* nei sistemi bifasici Olio in Acqua (O/A)   dove viene principalmente utilizzato come fattore di consistenza per ottenere creme spesse e stabili. La sua presenza aiuta a rendere più asciutta la texture di emulsioni caratterizzate da un’elevata percentuale di fase oleosa. Sulla pelle opaccizza e contrasta il lucido dovuto alla presenza di  oli e burri vegetali presenti nella formula.

Biodizionario.it la guida al consumo comsapievole dei cosmetici :
2 semafori verdi

Storia e tradizione: inizialmente l'alcol cetilstearilico venne ottenuto dal grasso di balena e da qui il termine cetilico" dal latino cetus che identifica un essere vivente di dimensioni enormi.

*Emulsionanti e co-emulsionanti :
Le emulsioni sono sistemi termodinamicamente instabili costituite da due fasi  liquide immiscibili tra di loro , una delle quali è dispersa nell’altra in forma di goccioline di diametro compreso tra 0,5 e 100 µm. Per l’eccesso di energia libera associata alla tensione interfacciale delle goccioline della  fase dispersa, esse tendono ad aggregarsi al fine di ridurre l’area della superficie totale di contatto. La  formazione di un’emulsione quindi non avviene pertanto spontaneamente, ma richiede un input energetico esterno (agitazione o calore). Un terzo componente, un agente ad azione tensioattiva, ponendosi sulla superficie di separazione liquido-liquido, riduce la tensione interfacciale stabilizzando il sistema. Ne consegue che una emulsione deve avere almeno tre componenti: 2 fasi liquide immiscibili e un agente emulsionante e/o co-emulsionante come l'alcol cetilstearilico. Si possono distinguere due tipi di emulsioni : Olio in Acqua (O/A ): l'olio rappresenta la fase dispersa (o discontinua o interna)e l'acqua la fase disperdente (o continua o esterna); Acqua in Olio  (A/O ): l'acqua rappresenta la fase dispersa (o discontinua o interna) e l'olio la fase disperdente (o continua o esterna).

autore: Porto Pietro 

Bibliografia:
G. Proserpio:" Chimica e tecnica cosmetica"  ed. Sinerga  - 1993
G. Proserpio,A Malpede, AM Massera:"Fitocosmetopea Sinerga" ed . Sinerga  - 1995
Docenti.unicam.it/tmp/3607.pdf  - "Emulsioni "
 https://it.wikipedia.org/wiki/1-esadecanolo

 
 



 

 




 


Guarda i nostri prodotti contenenti Cetearyl alcohol >>
* Il presente approfondimento costituisce opera intellettuale di proprietà di Fitocose s.r.l. non è consentito copiare questo contenuto a meno che non si citi esplicitamente la fonte da cui è stato attinto.